Le unghie incarnite sono un disturbo frequente che colpisce soprattutto l'alluce. Sbarazzarsene non è facile, e sono dovute a diversi fattori. Spesso succede che un'unghia venga tagliata troppo corta e che quindi, ricrescendo, vada a conficcarsi nella pelle trasformandosi in un'unghia incarnita. Altre cause possono essere le scarpe troppo piccole o strette, una sudorazione eccessiva oppure un colpo violento. I principali sintomi sono il dolore nell'area intorno all'unghia, rossore e gonfiore, causati dall'infiammazione dei tessuti cutanei.

La sinergia completa

LA RICETTA

Versare in una boccetta vuota:

    • 40 gocce di olio essenziale di Tea Tree
    • 40 gocce di olio essenziale di Lavanda Vera
    • 40 gocce di olio essenziale di Elicriso del Madagascar

Chiudere (clic!), mescolare bene ed incollare l’etichetta. La sinergia è pronta!

MODALITÀ D'USO

Applicare 1-2 gocce di sinergia sull'unghia incarnita e sulla pelle circostante, rossa e gonfia.

Ripetere l'operazione mattina e sera, se i sintomi tardano a scomparire consultare un medico.

CHI PUÒ USARE QUESTA SINERGIA?

SÌ. Adulti, adolescenti, bambini dai 6 anni in su.
NO. Donne durante la gravidanza e l'allattamento, bambini al di sotto dei 6 anni.

Rischi particolari *

  • Le persone affette da asma o epilessia devono consultare un medico prima di usare la sinergia (rischio epilettogeno ad alte dosi).
  • L'olio essenziale di Elicriso del Madagascar ha un'azione ormonosimile (similcortisonica e estrogeno-simile).
  • L'olio essenziale di Lavanda Vera non deve essere utilizzato in caso di gravi disturbi cardiovascolari.
  • Poiché la sinergia contiene componenti allergenici, si raccomanda inoltre di effettuare il test allergico descritto sul nostro sito prima dell'uso.

* Queste precauzioni si applicano per le suddette modalità d'uso e dosi. In caso di dubbi scriveteci o consultate il vostro medico di base.

Perché proprio questi oli?

Il Tea Tree per le sue proprietà antinfettive

Se non le si cura in tempo, le unghie incarnite possono provocare delle infezioni. L'olio essenziale di Tea Tree è un ottimo antibatterico e stimolante del sistema immunitario che consente di ridurre questo rischio.

Contiene infatti terpinen-4-olo, alcol monoterpenico che previene e ostacola lo sviluppo di numerosi batteri, come gli stafilococchi e gli streptococchi che possono causare la paronichia (infezione del tessuto che circonda l'unghia). Questa molecola agisce anche sul sistema immunitario stimolando l'attività dei globuli bianchi e facendo quindi aumentare la produzione di immunoglobuline A, per una migliore protezione dell'organismo contro un'eventuale infezione.

La Lavanda Vera per l'azione lenitiva

Le unghie incarnite causano dolori acuti che possono perfino turbare il sonno. Niente paura: l'olio essenziale di Lavanda Vera risolverà il problema. Il linalolo e l'acetato di linalile, che rappresentano la quasi totalità dei componenti di quest'olio essenziale, hanno infatti prprietà analgesiche e calmanti.

il linalolo agisce in particolare sui nocicettori (i recettori sensoriali del dolore), liberando delle piccole proteine analgesiche che inibiscono la trasmissione delle sensazioni dolorose al cervello (nocicezione).

L'acetato di linalile svolge la stessa funzione ma su un piano diverso: agisce perturbando gli scambi nei canali ionici coinvolti nella trasmissione delle informazioni al cervello.

L'Elicriso del Madagascar com antinfiammatorio

Le unghie incarnite possono provocare anche arrossamenti e gonfiori, sintomi tipici di un'infiammazione. L'olio essenziale di Elicriso del Madagascar fa parte di questa sinergia proprio in virtù delle sue proprietà antinfiammatorie.

L'1,8-cineolo e i sesquiterpeni (alfa-umulene, beta-cariofillene) che compongono quest'olio essenziale regolano la risposta infiammatoria dell'organismo calmando la sensazione di calore e il rossore che ne derivano. Il beta-cariofillene agisce sulle citochine (molecole del sistema immunitario che intervengono nel processo infiammatorio) e i monociti (un tipo di globuli bianchi che hanno diverse funzioni nell'ambito delle difese immunitarie).

L'articolo ti è stato utile?

  

Voto medio 4.6 ( 40 voti )