Chiudi
Carrello

Spese di spedizione gratuite a partire da 30€

Spedizione
Totale

Ordina

Riepilogo delle nozioni di base. In questa pagina troverete diverse nozioni che saranno spiegate in modo semplice e conciso con l'obiettivo di offrire uno scorcio di base sulle principali nozioni fondamentali legate all'aromaterapia e agli oli essenziali.Cosa differenzia una pianta aromatica da una pianta normale? Che cos'è un idrolato? Qual è la differenza tra un'essenza e un olio essenziale? Ecco a voi le risposte :-)

Ultimo aggiornamento: novembre 2018

Che cos'è una pianta aromatica?

Una pianta aromatica è una pianta che contiene delle molecole odorose in uno o più di uno dei suoi organi produttori (semi, fiori, foglie, rami, radici, scorze, frutti, etc.) e queste conferiscono alla pianta il suo odore e le sue proprietà specifiche. Tra le molecole odorose si possono ritrovare delle molecole aromatiche, ovvero delle molecole che contengono un sistema ciclico
La maggior parte delle molecole aromatiche sono odorose ma alcune molecole odorose non sono aromatiche.  

Che cos'è un olio essenziale?

Un olio essenziale è prodotto finale di un processo di distillazione in corrente di vapore di una parte della pianta aromatica.
È un liquido volatile, solubile in sostanze lipidiche o alcoliche ma idrofobico, ovvero non solubile in acqua. Si chiama olio ma a differenza degli oli vegetali, composti da corpi grassi, è costituito da composti chimici odorosi. Si tratta di sostanze complesse, formate da centinaia di molecole chimiche. È fondamentale che un olio essenziale sia puro (o integrale) e naturale al 100%, non deve quindi essere modificato o mischiato con altre sostanze. Le diverse proprietà degli oli essenziali derivano direttamente dalla struttura e quindi dall'azione delle molecole che lo compongono.

... e un'essenza?

Olio essenziale ed essenza sono due sostanze diverse ma spesso l'espressione "olio essenziale" viene adoperata impropriamente per parlare di "essenza".

Si parla di essenza per indicare una sostanza naturale proveniente dalle piccole tasche ripiene di liquido odoroso che ricoprono le scorze degli agrumi. Diversamente dall'olio essenziale, l'essenza non viene ottenuta mediante distillazione ma estratta tramite spremitura meccanica. Per esempio, l'essenza di pompelmo viene ottenuta appunto dalla spremitura delle scorze e non subisce, a differenza degli oli essenziali, alcuna alterazione biochimica.

Che cos'è un idrolato?

La distillazione in corrente di vapore produce due sostanze distinte: l'olio essenziale e l'idrolato.

L'idrolato corrisponde alla parte di vapore acqueo che si condensa alla fine del processo di distillazione. Come avviene quando si cerca di miscelare un olio in una certa quantità d'acqua, olio essenziale e idrolato si separano facilmente alla fine del processo: l'olio essenziale, una fase poco densa con più del 95% di molecole odoranti ed aromatiche, si posiziona al di sopra dell'idrolato, più denso e meno concentrato in molecole aromatiche (meno del 5%).

L'idrolato è un prodotto naturale le cui proprietà sono complementari a quelle dell'olio essenziale e avendo una bassa concentrazione di molecole chimiche, può essere utilizzato sulle mucose o sul viso, dove l'utilizzo degli oli essenziali è per la maggior parte sconsigliato.

C'è anche da dire che il processo di distillazione non ci permette di ottenere un olio essenziale da qualsiasi tipo di pianta, per quanto riguarda gli idrolati invece, questo processo è sempre possibile.

Che cos'è un assoluto?

Un assoluto è un concentrato ottenuto a partire da una concreta o da un resinoide.
E cosa sono una concreta e un resinoide? Cominciamo dal principio. Si chiama concreta una sostanza contenente molecole odorose ottenuta per estrazione con solventi volatili o liquidi supercritici a partire da una materia prima fresca. I solventi vengono in seguito eliminati mediante filtraggio ottenendo come prodotto finito una sostanza semisolida o solida.
Un resinoide viene ottenuto mediante lo stesso processo di estrazione ma da una materia prima diversa, ovvero da gomma, resina o da parti secche. 
Le concrete e i resinoidi possono essere lavati con alcol e poi raffreddati per solidificare i corpi grassi; in seguito al filtraggio che elimina le parti grasse e alla distillazione che elimina l'alcol, si ottiene l'assoluto.

L'assoluto non è un prodotto terapeutico, viene utilizzato in profumeria e cosmesi.

Che cos'è l'aromaterapia?

Dal greco aroma (profumo) + therapeía (cura),  questo termine si riferisce all'uso di oli essenziali, essenze e idrolati ottenuti a partire da piante aromatiche come trattamenti per alcuni tipi di affezioni

L'aromaterapia è l'unica medicina naturale a non essere considerata una medicina dolce.

Che cos'è un chemiotipo?

Il chemiotipo designa una varietà biochimica all'interno della stessa specie di pianta. Alcune piante sintetizzano delle sostanze diverse in base alla zona nella quale crescono. Per esempio, per fare un parallelismo con la viticoltura, il chemiotipo sta agli oli essenziali come l'IGP sta al vino, in base alla zona di coltivazione, lo stesso vitigno produrrà un vino differente (e menomale!).

Stessa storia quindi per le piante aromatiche: un cespo di timo che cresce in montagna produce più geraniolo mentre un ceppo che cresce in una zona secca e calda produce più carvacrolo. Ogni olio essenziale quindi, in base alla regione di origine, avrà dei chemiotipi differenti, e quindi delle proprietà terapeutiche differenti!

Perché usare gli oli essenziali in sinergia?

Per definizione, una sinergia serve ad associare le diverse azioni di alcuni componenti per rinforzarne gli effetti.

In aromaterapia una sinergia di oli essenziali è quindi costituita da diversi oli essenziali e/o vegetali, ciascuno con sue le proprietà specifiche che permette di ottenere un mix polivalente in grado di agire su più fronti, oppure con le stesse proprietà ma aventi molecole diverse che possono quindi potenziare l'effetto voluto. Una sinergia può essere quindi più potente di un olio essenziale usato singolarmente.

Che cos'è la fitoterapia?

Dal greco phytón (pianta) + therapéia (cura), la fitoterapia è un tipo di medicina che usa le piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico e ingloba l'aromaterapia tra le sue branche; le piante possono essere utilizzate allo stato naturale oppure attraverso estratti.

Le modalità d'uso sono anche diverse, per uso esterno o per uso interno. Per uso esterno per esempio si possono utilizzare creme, gel, balsami, impacchi o inalazione di vapori; per uso interno invece esistono infusioni, decotti, capsule di estratti o di piante in polvere, succhi, etc., senza dimenticare i vari utilizzi delle piante e delle spezie in cucina.

La fitoterapia viene utilizzata per curare numerosi malanni ed è molto efficace sia come prevenzione che come cura; complementare all'aromaterapia, vengono spesso associate per moltiplicare gli effetti benefici di queste due medicine naturali.

E la gemmoterapia?

La gemmoterapia è un'altra branca della fitoterapia che estrae le virtù delle gemme, o boccioli e dai piccoli germogli di alberi e arbusti per fini terapeutici.

Si tratta in particolare di tessuti vegetali embrionali che subiscono un processo di macerazione in una mistura di acqua, glicerina e alcol al fine di ottenere un macerato glicerico concentrato. In questo tipo di mistura ogni componente ha il suo ruolo: l'acqua permette l'estrazione di minerali e vitamine (l'energia della pianta), l'alcol degli alcaloidi e la glicerina estrae invece i flavonoidi e i fenoli.

E l'omeopatia?

Dal greco òmoios  (simile) pàthos (sofferenza), questa medicina alternativa cura le patologie attraverso delle sostanze molto diluite o dinamizzate che se concentrate provocherebbero gli stessi sintomi già avvertiti dall'ammalato.

Questa branca si basa quindi sul "principio di similitudine del farmaco" enunciato dal medico tedesco Samuel Hahnemann nella prima metà del XIX secolo.

L'articolo le è stato utile?

  

Voto medio 4.9 ( 9 voti )

Ci dispiace 🙁 !
Ha già valutato questa pagina..


Che tipo di problema ha riscontrato?








Quante stelline?

Inviato !
Grazie per la collaborazione 😊.

Ops, qualcosa è andato storto.
Riprova più tardi o contatta il nostro servizio clienti.


Prodotto aggiunto al carrello
Quantità
Totale
Ci sono 0 articoli nel cestino C'è 1 articolo nel cestino

Spese di spedizione gratuite a partire da 30€

Prodotti totali
Imballaggio
Totale spese di spedizione 
Totale
Continua gli acquisti Controlla l'ordine
In regalo