Chiudi
Carrello

Spese di spedizione gratuite a partire da 30€

Spedizione
Totale

Ordina

Per scegliere correttamente un diffusore di oli essenziali è necessario capire un minimo come funzionano. E noi ve lo spieghiamo :-)

Ultimo aggiornamento: novembre 2018

I punti fondamentali

La prima cosa da scegliere è la tecnologia di diffusione e se non volete rimanere delusi, posizionate questo criterio prima dell'aspetto estetico. Prima di descrivere nel dettaglio le varie tecnologie, sappiate che:

  • se siete interessati allo scopo terapeutico della diffusione, la nebulizzazione fa al caso vostro per ottenere una diffusione eccellente dal punto di vista prettamente tecnico;
  • se anche l'aspetto estetico conta per voi, puntate sulla vaporizzazione, o diffusione a ultrasuoni, che permette di beneficiare delle virtù degli oli essenziali ed di godere allo stesso tempo di un bell'effetto visivo nei vostri interni;
  • se l'idea di un diffusore portatile vi ispira, puntate sulla tecnologia a ventilazione che qui alla Compagnia abbiamo ribattezzato "diffusione ultrasonica secca";
  • il costo ha anche la sua parte (ahinoi!), se avete risorse limitate tenete conto che i diffusori a calore moderato e La ventilazioneLa ventilazione restano un'ottima soluzione.

La nebulizzazione

La tecnologia

Gli oli essenziali vengono spinti per propulsione verticale da una pompa attraverso un tubicino molto sottile in vetro; all'uscita da questo tubicino ne è posizionato un altro con un becco ad uncino altrettanto sottile che soffia un getto d'aria molto forte sull'olio in uscita spruzzandolo lateralmente sulle pareti del piccolo recipiente di vetro che lo contiene. Sia il flusso di olio essenziale che quello di aria sono sottoposti ad una potenza molto forte per opera dell'effetto venturi, fenomeno fisico che viene innescato all'interno delle basi dei nebulizzatori.
La straordinaria velocità di questi due flussi genera una dispersione delle molecole aromatiche particolarmente efficace poiché vengono proiettate nell'atmosfera ad un peso molto basso e quindi fluttuano più a lungo.

Perché scegliere un nebulizzatore

  • Per diffondere degli oli essenziali con uno scopo teraperutico (disinfettare l'aria, rilassarsi, prevenire le malattie invernali, etc.), è sicuramente il metodo più efficace.
  • Per fare un bel regalo: si tratta di oggetti molto belli, fabbricati con materiali nobili quali vetro soffiato, legno e fibre di bambù.
  • Per coprire delle superfici ampie: un nebulizzatore diffonde efficacemente su 50 m² e lascia un buon odore fino a 100 m².

Vantaggi

  • la tecnologia più efficace e potente;
  • diffusione interamente a freddo: le molecole non subiscono il surriscaldamento che ne deturpa le proprietà, rimanendo quindi molto leggere restano sospese nell'aria più a lungo;
  • articoli particolarmente belli esteticamente.

...e inconvenienti

  • leggermente rumorosi per via del meccanismo di propulsione venturi che crea una vibrazione notevole, e chi dice vibrazione dice suono (rumorino impercettibile in un salotto, ma che può disturbare per esempio in camera da letto se si è particolarmente sensibili ai rumori);
  • alquanto costosi: trattandosi del top di gamma in termini di tecnologia di funzionamento e di materiali impiegati (vetro soffiato, legno e bambù) è naturale che un buon nebulizzatore non costi meno di 50€ (almeno su internet!).

La vaporizzazione

La tecnologia

Il funzionamento dei vaporizzatori a freddo è più semplice rispetto a quello dei nebulizzatori, così come il montaggio dell'apparecchio: nella base del diffusore si trova una placchetta a ultrasuoni che emette delle vibrazioni ad alta frequenza; al di sopra di questa placca si trova lo spazio apposito dove si versa dell'acqua fredda, insieme agli oli essenziali da diffondere. Nel momento in cui questa placchetta vibra, l'acqua produce un vapore freddo che trasporta con sé le molecole di olio essenziale che si trovano sulla superficie dell'acqua. Semplice ed efficace!

Perché scegliere un vaporizzatore a freddo

  • Per diffondere degli oli essenziali con uno scopo teraperutico (disinfettare l'aria, rilassarsi, prevenire le malattie invernali, etc.), è sicuramente il metodo più efficace.
  • Per fare un bel regalo: si tratta di oggetti molto belli, fabbricati con materiali nobili quali vetro soffiato, legno e fibre di bambù.
  • Per coprire delle superfici ampie: un nebulizzatore diffonde efficacemente su 50 m² e lascia un buon odore fino a 100 m².

Vantaggi

  • la tecnologia più efficace e potente;
  • diffusione interamente a freddo: le molecole non subiscono il surriscaldamento che ne deturpa le proprietà, rimanendo quindi molto leggere restano sospese nell'aria più a lungo;
  • articoli particolarmente belli esteticamente.

...e inconvenienti

  • leggermente rumorosi per via del meccanismo di propulsione venturi che crea una vibrazione notevole, e chi dice vibrazione dice suono (rumorino impercettibile in un salotto, ma che può disturbare per esempio in camera da letto se si è particolarmente sensibili ai rumori);
  • alquanto costosi: trattandosi del top di gamma in termini di tecnologia di funzionamento e di materiali impiegati (vetro soffiato, legno e bambù) è naturale che un buon nebulizzatore non costi meno di 50€ (almeno su internet!).

Attenzione! Esistono decine e decine di vaporizzatori in commercio ma come vi abbiamo detto poco fa, non tutti sono esattamente affidabili. Prestate attenzione quindi perché per quanto questa tecnologia non presenta difficoltà particolari spesso i produttori non ci capiscono niente di diffusori ma sono solo attratti dal mercato in piena espansione!

Il calore moderato: e silenzio fu!

La tecnologia

È in assoluto la tecnica di diffusione più semplice. La regola fondamentale è una: mai oltrepassare i 40° di temperatura per riscaldare gli oli. Questo tipo di diffusori riscaldano, ma con moderazione ;-)

Questi diffusori presentano un piccolo bacino dove basta versare qualche goccia di olio essenziale, la superficie si riscalda pian pianino e per effetto di questo calore le molecole aromatiche volatili vengono disperse nell'ambiente.

Perchè scegliere il calore moderato

  • Per avere un piccolo diffusore a buon mercato: la tecnologia utilizzata è semplice e costano raramente più di 30€.
  • Per diffondere gli oli essenziali senza alcun rumore, l'ideale per esempio per diffondere gli oli in camera da letto per dormire meglio.

Vantaggi

  • semplicità di fabbricazione che fa di questi diffusori degli oggetti molto robusti (si tratta di una semplice resistenza che si riscalda)
  • semplicità di utilizzo
  • tecnologia silenziosa che non emette alcun tipo di rumore, tutto è inerte in questo sistema, tranne il calore, che non fa rumore... di regola!

...e inconvenienti

  • calore moderato, ma anche potenza moderata... in tutta sincerità questi diffusori vanno bene per una camera di non più di 20 m².
  • prestare attenzione al produttore: se il diffusore non affidabile è possibile che gli oli vengano riscaldati a più di 40° deturpando quindi le molecole con gli effetti nefasti che conosciamo bene (possono diventare tossici! Altolà i bruciatori con le candeline!)

La ventilazione: i diffusori portatili

La tecnologia

Dipende! La maggior parte dei diffusori per ventilazione funzionano attraverso un meccanismo che consiste nel far soffiare un getto potente di aria fredda su un parte in carta assorbente dove viene versata qualche goccia di olio essenziale. Altri produttori hanno ideato diffusori che funzionano con lo stesso principio ma senza la carta assorbente: un soffio è sufficiente per far decollare i nostri oli essenziali ;-)

Perché scegliere la ventilazione

  • Per avere un diffusore portatile che potrete trasportare ovunque vogliate;
  • Per l'estrema semplicità di utilizzo.

Vantaggi

  • perfetta unione tra robustezza e prezzo ragionevole grazie alla semplicità della tecnologia;
  • la soluzione per un diffusore facile da trasportare grazie alla carta assorbente che trattiene gli oli, perfetti in auto o in ufficio, per esempio;
  • particolarmente discreti, il rumore prodotto è praticamente quasi inesistente.

...e inconvenienti

  • potenza limitata, ideali per spazi piccoli come l'abitacolo di un'auto o un ufficio.
  • necessitano di queste piccole parti in carta assorbente per funzionare, ma non è che c'è bisogno di cambiarne uno a settimana, tranquilli ;-)

La propulsione secca ad ultrasuoni

La tecnologia

Principio semplicissimo: gli oli essenziali vengono assorbiti da un piccolo tampone attraverso il quale vengono messi in contatto diretto con una placchetta metallica che vibra ad alta frequenza per effetto degli ultrasuoni. La vibrazione prodotta proietta delle particelle finissime di oli essenziali e crea un aerosol di una qualità sorprendente.

Anche i vaporizzatori funzionano mediante ultrasuoni, ma non bisogna confonderli poiché qui non abbiamo l'interferenza dell'acqua.

Perché scegliere la propulsione secca ad ultrasuoni?

  • Per avere un diffusore portatile che potete portare sempre con voi
  • per avere un diffusore efficace per l'ufficio o mentre si sta al computer.

Vantaggi

  • piccoli e portatili;
  • si alimentano con porta USB e batteria interna;
  • qualità della diffusione abbastanza buona
  • rumore praticamente inesistente

...e inconvenienti

L'unico inconveniente è la potenza limitata: si tratta di diffusori particolarmente piccolini che funzionano localmente.

Quanto investire?

Risposta tutt'altro che facile da dare! I fattori fondamentali che influenzano necessariamente il prezzo sono la tecnologia di diffusione e i materiali utilizzati. Giusto per darvi qualche indizio:


  • Per un nebulizzatore, contare tra i 45 e gli 80€. Diffidate se costano meno (la tecnologia è complessa, è quindi difficile produrre qualcosa di qualità ad un prezzo inferiore), se costano di più state acquistando un vero e proprio complemento d'arredo (perché no dopo tutto? :-) ).
  • Per un nebulizzatore, contare tra i 40 e i 60€. Attenzione, la semplicità della tecnologia ha permesso la messa in commercio di decine e decine di diffusori di cui sicuramente la maggior parte sono fatti per durare 1 mese. Diffidate dai prezzi troppo bassi.
  • Per un diffusore a calore moderato, contare dai 20 ai 30€.
  • Per un diffusore a ventilazione, i prezzi variano molto: esistono dei diffusori molto costosi, ma se volete il nostro parere spassionato, non vale la pena spendere al di sopra dei 25€ per questa tecnologia.
  • Per la diffusione secca ad ultrasuoni, si tratta di una tecnologia abbastanza recente che può costare dai 15 ai 30€.


Riassumendo: i diffusori più piccolini (calore moderato, ultrasuoni secchi e ventilazione) non vanno oltre i 30€ e offrono un'azione localizzata, i diffusori più grandicelli (vaporizzazione e nebulizzazione) vanno dai 40 agli 80€ e vanno bene per ambienti più grandi.

Come riconoscere la qualità?

I diffusori stanno spopolando ultimamente e sono anche di facile fabbricazione. Tutti i diffusori vengono fabbricati in Cina e su internet come nei negozi, trovare le differenze è complicato. Certo, acquistare qualcosa da un rivenditore fisico offre sempre una garanzia maggiore, ma non tutti hanno questa fortuna, ecco perché vi sveliamo qualche criterio per aiutarvi a fiutare se un diffusore è di buona qualità.


  • Ovviamente, il prezzo. Attenzione soprattutto su Amazon, che antepone nelle sue proposte i prezzi più bassi.
  • Ovviamente non il paese di produzione perché vengono fabbricati tutti in Cina.
  • Privilegiare le marche specializzate in aromaterapia che si sono già fatte un nome: hanno interesse nel non mettere in pericolo la loro immagine di marca!
  • Attenzione anche ai diffusori che hanno troppe funzionalità (bluetooth, opzione sveglia, etc.), produrre un diffusore che diffonde in modo efficace è già una sfida da non sottovalutare. Come dice il proverbio: chi tutto vuole nulla stringe ;-)
  • Disponibilità dei pezzi di ricambio (pezzi in vetro, carta assorbente, telecomandi)? È un buon modo per verificare l'esperienza del rivenditore sui prodotti che offre: se vende i pezzi di ricambio vuol dire che conosce bene i suoi prodotti e il responso dei clienti. Scommettiamo che i diffusori con delle parti molto fragili avranno pochi rivenditori che ne offrono i ricambi ;-)
  • E poi ovviamente, se navigate, avete a disposizione le recensioni dei clienti.

Diffusori con bastoncini: mah



Esistono diversi tipi di bastoncini, ma quelli più diffusi sono quelli in rattan. Vanno semplicemente immersi in un recipiente precedentemente riempito di un mix di oli essenziali e rigirati una volta a settimana. Il controllo dell'intensità di diffusione può essere controllato aggiungendo o togliendo qualche bastoncino ed è equivalente a quella dei ciottoli: le molecole non vengono proiettate nell'aria, non si tratta di una vera e propria diffusione di oli essenziali, quanto più di un odore di fondo che viene rilasciato delicatamente.

I bruciatori: giammai!

I bruciatori di profumi diffondono le essenze attraverso una candelina che riscalda l'acqua nella quale si versano gli estratti a sua volta posizionati in una piccola coppetta al di sopra della candela. Ebbene, possono essere utilizzati con degli estratti di profumi, ma non con gli oli essenziali poiché farlo significherebbe denaturarne le molecole aromatiche perché sarebbero riscaldate a ben più di 40°, temperatura massima alla quale gli oli essenziali possono essere riscaldati senza pericoli. Ad ogni modo, nessun beneficio terapeutico, ma solo olfattivo.

Spray di oli essenziali: sì

Gli spray permettono di diffondere un profumo per ambienti. Si consiglia di vaporizzare da 5 a 6 volte i propri interni per una buona diffusione. Cosa accade? Al momento dello spruzzo, una quantità considerevole di composti organici volatili viene rilasciata nell'aria, si tratta di sostanze che possono essere naturali (di origine biogenica) o o antropica (di origine umana). I più comuni sono l'etanolo, acetone o ancora il benzene, che sono molto volatili e si disperdono rapidamente nell'atmosfera. Avrete capito che non si tratta di un metodo di diffusione naturale al 100%, gli oli essenziali diffusi non saranno quindi puri.

Ciottoli profumati: no

I ciottoli per diffondere i profumi hanno una consistenza porosa che permette di assorbire gli oli essenziali e lasciare che l'odore si diffonda naturalmente. Si tratta per la maggior parte di materiali naturali al 100% e sono destinati ad essere utilizzati in ambienti piccoli (cassetti, scatole per conservare vestiti, armadi, auto, etc.). È consigliabile versare da 5 a 10 gocce di profumo per sentirne l'odore.

Il tipo di diffusione di profumo è poco efficace poiché, anche qui le molecole non vengono spinte in aria per opera di una forza esterna, ci sono solo le particelle volatili che disperdono il loro odore nella stanza.

Sull'intensità dell'odore, equivale a versare qualche goccia su un fazzolettino o a lasciare una boccetta di olio essenziale aperta su un tavolo. E quindi, perché comprarli?

L'articolo le è stato utile?

  

Voto medio 4.5 ( 154 voti )

Ci dispiace !
Ha già valutato questa pagina..


Che tipo di problema ha riscontrato?








Che voto vuole dare?

Bibliografia

Articoli correlati


Prodotto aggiunto al carrello
Quantità
Totale
Ci sono 0 articoli nel cestino C'è 1 articolo nel cestino

Spese di spedizione gratuite a partire da 30€

Prodotti totali
Imballaggio
Totale spese di spedizione 
Totale
Continua gli acquisti Controlla l'ordine
In regalo